Scompare il nostro papà… arrivederci Glen

Muore, all’età di 77 anni, il nostro papà, il creatore di Galactica colui che ha reso reali i nostri sogni, colui che ci ha fatto sognare ad occhi aperti, emozionato, divertito non solo con Galactica ma con tanti altri telefilm che rimarranno sempre nei nostri cuori. Così come rimarrà per sempre con noi il ricordo di Glen A. Larson.

Ma chi era Glen A. Larson?

Glen Albert Larson (nato il 3 Gennaio, 1937 a Long Beach, California) inizia la sua carriera come musicista nel 1956 come membro di un gruppo vocale, i Four Preps, con i quali vince tre dischi d’oro e scrive le sue prime colonne sonore televisive.

Dopo aver lavorato su varie produzioni, incluso Il fuggiasco (serie anni ‘60 mai trasmessa in Italia), Larson firma un contratto di produzione con la Universal Studios. La sua prima serie televisiva fu Due Onesti Fuorilegge, un Western.

Dopo essere coinvolto in L’uomo da sei milioni di dollari, divenendone uno dei primi produttori esecutivi, Larson infrange ogni record cominciando la produzione della prima serie ad avere un budget di un milione di dollari ad episodio, Galactica.
Inizialmente la serie doveva chiamarsi Adama’s Ark, e doveva includere molti temi della teologia mormone, come i matrimoni “per l’eternità” e il “consiglio dei dodici.” Larson, membro attivo della Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni, lavorava a questo progetto sin dal 1968, e Gene L. Coon lo aiutò nella scrittura di questa prima versione della serie.

Larson è riconosciuto come l’ideatore della parola “battlestar,” una contrazione della frase “line-of-battle starship”, soluzione trovata dopo essere stato convinto a cambiare il titolo della serie per inserirvi la parola “star”. L’intenzione era quella di capitalizzare il successo di Star Wars al cinema. Larson è anche colui che ha coniato il termine “frak.”

Nonostante il generoso budget, la serie spesso riciclava gli effetti speciali utilizzandoli in varie scene e fu cancellata dopo una sola stagione. Dopo la cancellazione della serie, Larson creò un sequel a basso budget intitolato Galactica 1980, ambientato molti anni dopo che il Galactica aveva raggiunto la Terra. Questa seconda incarnazione ebbe meno successo dell’originale e fu chiusa dopo 10 episodi.
Larson riutilizzò alcuni set, prop, costumi ed effetti speciali di Galactica per una nuova serie sci-fi del 1979: Buck Rogers. Basato sul famoso personaggio dei fumetti creato nel 1928 da Philip Francis Nowlan, Larson co-produsse la serie con Leslie Stevens. Il lungo episodio pilota fu rilasciato come film cinematografico nel Marzo 1979 e incassò 21 milioni di dollari. La serie televisiva poi iniziò nel settembre 1979, proseguendo per due stagioni.

Negli anni ‘80, Larson produsse la serie di successo Magnum, P.I., che andò in onda dal 1980 all’88. Inoltre creò Professione pericolo (The Fall Guy), 1981-86. Altra serie di successo di Larson fu Supercar (Knight Rider), che combinava elementi di science-fiction con elementi di azione ed avventura a basso contenuto di violenza. Queste caratteristiche si ritroveranno in tutte le successive produzioni di Larson degli anni 80: Automan, Manimal e Il giustiziere della strada. La carriera di Larson, prosegue nel ‘90 con la realizzazione di un adattamento televisivo di un personaggio della Ultraverse comic, Night Man, che andrà in onda per due stagioni.

Come sapete nel 2003, Battlestar Galactica viene re-immaginata da Sci-Fi channel con l’uscita della miniserie che, seguita dalla serie regolare, riscuote un grandissimo successo di critica e pubblico. Larson non viene coinvolto nel progetto a nessun livello nonostante Ronald D. Moore lo inserisca nei titoli di coda come “Consulting Producer.” La visione della nuova serie è completamente diversa dall’originale di larson che aveva realizzato un prodotto essenzialmente indirizzato alle famiglie.

Dopo la fine della serie nel 2009, parte il prequel, Caprica, e anche in questo caso Larson non entra nel progetto nonostante venga accreditato come ideatore di alcuni personaggi. Nel Febbraio 2009, Media Sources riferisce che Larson è in contatto con la Universal Pictures per portare Battlestar Galactica sul grande schermo ma non la nuova serie, bensì l’idea originale di Larson, la serie classica. Larson infatti non aveva mai ceduto i diritti cinematografici della sua creatura. Bryan Singer viene accreditato come regista e co-produttore ma il progetto sembra rimanere in sospeso fino al 2011 quando viene riannunciato dallo stesso Singer. La versione cinematografica non sarà un sequel della serie classica ma, anche in questo caso, un suo completo remake.

Adesso Glen ha intrapreso il suo ultimo e forse più straordinario viaggio. Ci rivedremo dall’altra parte caro amico.

So say we all!

Se volete dare anche voi il vostro ultimo saluto a Glen A Larson, la famiglia ha creato una pagina facebook per ricordarlo: https://www.facebook.com/glenlarsonmemorial

 

Annunci

La quarta stagione in arrivo su FOX!!!

FINALMENTE… è proprio il caso di dirlo. Dopo un anno di richieste, silenzi e attese, Fox ci fa l’onore di trasmettere dal 13 dicembre su FX (Sky, canale 119) la quarta e ultima stagione di BSG. Non ci speravamo più ed è quasi emozionante poter scrivere queste righe. 😀
A dicembre vi aspettiamo quindi nel nostro forum per commentare gli episodi. Non mancate!

Fonte: foxtv.it

BSG da domani su Rai4

Come annunciato in precedenza, parte finalmente l’avventura di Battlestar Galactica in chiaro sul digitale terrestre. Domani alle ore 21.10 verrà trasmessa la prima parte della miniserie, che verrà replicata sabato alle 16, domenica alle 17:30 e martedì in seconda serata.

Dal blog di Rai4:

La fantascienza crea ipotesi sul futuro e sull’esistenza di altri mondi. Ma cosa succede quando sono gli abitanti di un universo lontano a immaginare il presente della Terra? Ideata da Ronald D. Moore a partire dal soggetto di una serie televisiva del 1978, “Battlestar Galactica” (2003) costruisce attorno a questo “rovesciamento di prospettiva” una delle saghe fantascientifiche più appassionanti dell’ultimo decennio. La Terra è in realtà soltanto uno dei tredici pianeti colonizzati in epoche antichissime dalla razza umana; le altre dodici colonie, federate tra loro e situate in un remoto sistema solare, vengono distrutte da un attacco di robot cyloni. Il ‘Battlestar Galactica’ è una vecchia astronave da guerra che guida i 47.000 supersiti delle dodici colonie verso il “misterioso” tredicesimo pianeta. Interpretata, tra gli altri, da Edward James Olmos (”Miami Vice”) e Mary McDonnell (protagonista femminile in “Balla coi lupi”), la serie sviluppa il classico tema della lotta tra uomo e macchina in un crescendo di tensione e colpi di scena: la piccola comunità del ‘Battlestar Galactica’, tormentata da rivalità e lotte intestine, si rivelerà presto non molto diversa dalle società dell’agognato e irraggiungibile tredicesimo pianeta. Il nuovo appuntamento settimanale di prima serata con “Battlestar Galactica” prende il via venerdì 4 settembre con la prima delle due puntate della miniserie che precedono l’inizio della serie: la fine di un quarantennale armistizio tra umani e cyloni è la premessa dell’improvviso attacco dei robot ai dodici pianeti federati.

Buona visione a tutti!

Battlestar Galactica su Rai 4!

BSG sul digitale terrestre ma in chiaro!
L’ottima notizia l’abbiamo avuta direttamente dal presidente di RaiSat Carlo Freccero al Telefilm Festival dove noi del Battlestar Galactica Italian Club eravamo presenti.

Freccero, uno delle voci più autorevoli del mondo televisivo italiano ha parlato in termini entusiastici della nostra serie preferita e noi ne dobbiamo essere orgogliosi. La bellissima notizia è venuta proprio in un momento in cui invece le sorti delle trasmissioni della serie erano incerte. Infatti qualche giorno fa avevamo avuto notizia dalla Fox che la quarta ed ultima stagione inaspettatamente non era stata opzionata dal canale. Pur sorprendendoci, non ci eravamo preoccupati eccessivamente perché sapevamo per certo che tutta la stagione e anche Razor erano stati già doppiati in italiano. Tuttavia rimaneva l’incertezza di sapere dove sarebbe approdata la serie e sinceramente ci saremmo aspettati se la aggiudicasse SciFi sul canale Joy di Mediaset Premium, invece la sorpresa è arrivata da mamma Rai.

Rai 4 trasmetterà in chiaro tutta la serie e anche se la data di inizio trasmissioni non è stata comunicata, vi consigliamo di cominciare a preparare i vostri decoder digitali. Il canale purtroppo non dispone ancora di una copertura totale del territorio nazionale ma un buon punto di partenza per capire dove è possibile ricevere il segnale o eventualmente migliorarlo è questo link: http://www.raiway.rai.it/index.php?lang=IT&cat=71

Fonti:

Fonte diretta del BSGIC presso il Telefilm Festival. Antonio Genna riporta la notizia: http://antoniogenna.wordpress.com/2009/05/09/tv-dig-anche-battlestar-galactica-e-friday-night-lights-prossimamente-su-rai-4/